faq home scrivici consulenti

Quesito

6 novembre 2000 - Posseggo un'appartamento a Roma da 10 anni di cui ho usufruito in acquisto, e usufruisco dei benefici da prima casa essendo utilizzata come tale. Ho firmato il compromesso per un'altra casa in un comune diverso, Frascati. Nel frattempo ho messo in vendita quella dove vivo, ma vorrei sapere, se non riesco a vendere prima del rogito della nuova casa posso comunque trasferire i benefici "prima casa" da un immobile ad un'altro, magari spostando la residenza, le utenze, pagando i dovuti oneri, e vendere con tranquillità?

Grazie Luigi Lupoli - Roma

Risposta

L'abitazione di Roma può essere rivenduta senza penalizzazioni perché sono trascorsi cinque anni dall’acquisto con i benefici. Può riacquistare altra abitazione usufruendo di un credito di imposta in misura uguale al minore importo tra ammontare imposta pagata sul primo acquisto (Roma) e quella dovuta sul nuovo acquisto. Condizioni: possedere i requisiti prima casa; riacquistare nuova casa entro un anno dalla vendita vecchia casa; se non avviene la vendita della casa di Roma con riacquisto nuova casa, non è possibile godere due volte dello stesso beneficio. RIF LEG: n.448/98,art 7,c.1/ 2. (l’agevolazione non spetta a chi abbia ricomprato nuova casa prima del 31/12/98;il credito di imposta può essere utilizzato in diminuzione dell’imposta di registro(ma non dell’iva) dovuta sul nuovo atto, dell’irpef con modello unico o mod.730).

Dott. Elena Spina

home scrivici consulenti